Associazione Culturale "Archivio Loreno Sguanci"

L’Associazione Culturale ‘’Archivio Loreno Sguanci’’ dal 2017 è una realtà attiva sul territorio pesarese con lo scopo di valorizzare e conservare le opere di Loreno Sguanci e di organizzare l’archivio bibliografico ed iconografico dello scultore fiorentino che, negli anni ’50, si trasferì a Pesaro dopo gli anni di formazione avvenuta a Firenze. Ispirandosi all’obbiettivo di democratizzare la cultura che ha guidato le molteplici esperienze professionali ed umane dell’artista, l’Archivio elabora ed organizza progetti ed eventi inerenti il campo delle arti visive; valorizza progetti di giovani artisti; promuove ed organizza seminari e laboratori artistici; definisce reti di collaborazione e cura e produce prodotti editoriali, DVD e similari di supporto alla comunicazione degli eventi organizzati.

Nel 2017, anno di presentazione dell’Associazione Culturale al pubblico, è stato definito un calendario programmatico di eventi diviso in tre rubriche tematiche: Arte e Natura, La Città accoglie la Natura e La Città accoglie l’Arte.


La rubrica "Arte e Natura" è stata inaugurata nel 2018 ed è tuttora in itinere al pari delle altre due rubriche tematiche. Tramite essa l’Archivio rivolge la sua attenzione alla didattica e alle esperienze di formazione laboratoriale e si avvale di una rete di supporto e collaborazione nazionale grazie al partenariato con l’Associazione Azobé Onlus che opera nel campo del disagio minorile e struttura interventi e laboratori specifici per l’apprendimento e percorsi didattici ad alta inclusione.
Nello specifico il ruolo dell’Archivio si sostanzia nell’organizzazione degli eventi divulgativi legati al progetto di terzo settore Di - Versi è la poesia della vita e nell’attivare percorsi didattici presso le istituzioni di formazione del territorio, Licei e Accademie di belle Arti, allo scopo di produrre manufatti artistico - artigianali tridimensionali per la fruizione tattile dell’unità didattica sulla biodiversità. Di - Versi è la poesia della vita è nei fatti un contenitore di esperienze differenti, di professionalità con forti peculiarità, di contaminazioni culturali e di condivisioni metodologiche ma anche un viaggio nella complessità e varietà dei rapporti e delle forme degli esseri viventi destinato agli studenti delle primarie di secondo grado e dei primi anni delle superiori.


La rubrica "La Città accoglie la Natura" prende avvio nel 2019 e principia da una riflessione: l’attività umana collide spesso con la complessità e fragilità degli equilibri naturali; per sua natura invasiva e manipolativa essa altera in modo profondo l’elemento naturale e nel suo palesarsi considera solo gli aspetti di funzionalità legati all’espansione demografica, economica ed al confort delle società. Ma è possibile costruire percorsi di maggior sensibilità verso il mondo naturale nell’urbanizzazione e nella progettazione architettonica? Abbiamo cercato di rispondere, per quanto possibile, a questo interrogativo attraverso alcune riflessioni ed esempi che includono le discipline dell’urbanistica e dell’architettura nella sfera della ricerca di un rapporto più ravvicinato tra città e natura. Tale ricerca richiede oggi il recupero di una idea di città che chiama in causa il tema del paesaggio. Nel 2019 abbiamo pertanto organizzato 3 incontri e un seminario avvalendoci della collaborazione dell’Ordine degli Architetti e dei Progettisti della Provincia di Pesaro ed Urbino e dell’Accademia Agraria di Pesaro e della curatela dell’Architetto Gastone Primari.


La rubrica "La Città accoglie l’Arte" nel 2018 e nei primi mesi del 2019, ha creato la possibilità di approfondire e rilanciare la conoscenza dell’artista che ha ispirato numerosi privati ad associarsi in Archivio Loreno Sguanci: in ottobre è stata pertanto organizzata, in collaborazione con il Rotary Club Rossini Pesaro e grazie al sostegno della BCC di Pesaro, una settimana di eventi all’interno della rassegna “Il Rotary per l’arte: Loreno Sguanci. I segni e le opere monumentali / ispirazione di memoria e modernità”.
A marzo 2019 L’Archivio ha ritenuto di dare seguito a questa esperienza accogliendo la richiesta dell’Accademia di Belle Arti di Urbino e realizzando, presso la sede di scultura, la conferenza “Storie progettuali e di rapporto: l’incontro professionale tra Loreno Sguanci e lo studio di architettura Tarca – Paianini”. Nel mese di aprile dello stesso anno giungeva a termine, con la collocazione della Polena della Nave di Novilara al Museo della Marineria Waschington Patrignani di Pesaro, un progetto di Welfare “Le nuove strade della memoria: la Polena di Loreno Sguanci” con visione pubblica di un video-documentario di 24 minuti sulle opere del maestro fiorentino: “Presenze lungo la costa”. Progetto che ha visto l’Archivio in rete assieme a numerose istituzioni pubbliche territoriali e soggetti privati di terzo settore. Queste iniziative avevano l’obbiettivo di definire in maniera inequivocabile l’identità dell’Archivio ma ovviamente non ne esauriscono l’azione divulgativa in materia culturale.
Nasce pertanto in seno a questa rubrica il progetto “Il Parco Sculture di Pesaro” che propone approfondimenti e letture critiche delle opere architettoniche presenti nella nostra città a partire dagli anni ’50 con l’intento di narrare singolari percorsi artistici, storie di appassionata creazione e di fornire gli strumenti necessari ad una più consapevole fruizione del patrimonio artistico territoriale.

Copyright ©2020. All Rights Reserved    info@archiviolorenosguanci.it